edc3aeb1-ecc8-46f3-9197-55a8901166d5jpg

Per setting si intende l’insieme di condizioni che regolano la relazione tra terapeuta e paziente: il luogo dell’incontro, gli orari stabiliti, gli accordi presi all’inizio della terapia che stabiliscono alcune regole di base con le quali il terapeuta intende lavorare,le modalità della transazione economica, l’osservanza del codice deontologico da parte del professionista che comporta tra le altre cose il segreto professionale e il pieno rispetto del paziente.

In una psicoterapia la chiarezza del setting è un elemento fondamentale.

Infatti il setting è ciò che contraddistingue la relazione psicoterapica da qualsiasi altra relazione e che garantisce al paziente di esprimere se stesso in uno spazio protetto e sicuro e al terapeuta di tutelare se stesso.

Nel delineare una chiara distinzione dei ruoli dei due protagonisti e nel rappresentare il   regolamento al quale attenersi, il setting è il contenitore della relazione terapeutica.

Se il contenitore è chiaro, forte e sicuro, i contenuti possono scorrere più liberi , zone oscure possono più facilmente emergere per essere gradualmente illuminate, e il paziente può istaurare un rapporto di fiducia con il terapeuta.