Formazione e aggiornamento continuo  sono indispensabili per tutte quelle professioni il cui nucleo centrale è la relazione d’aiuto, che questa sia educativa, riabilitativa,  clinica o sanitaria, al fine di acquisire sempre maggiori strumenti per muoversi con consapevolezza e qualità all’interno degli spazi soggettivi e interpersonali . In particolare si rende sempre più necessario un tipo di approccio che integri le conoscenze teoriche con lo sviluppo di una buona conoscenza di sé e di significative competenze relazionali, ambiti, questi, che richiedono la messa in gioco personale attraverso percorsi di tipo esperienziale e attraverso l’esplorazione tanto dello spazio vissuto che dello spazio creativo.

La qualità del rapporto con tali spazi rappresenta un aspetto fondamentale all’interno di una relazione d’aiuto, in quanto l’accoglienza e   l’accettazione  di quello che c’è si intreccia costantemente con la possibilità di creare strade alternative, storie inaspettate e nuove soluzioni, così come rappresenta un elemento fondamentale tra i  membri  di una comunità, poiché incide sul senso di appartenenza , sulla coscienza del gruppo, sul rafforzamento dei legami e sulla costruzione di uno spazio comune .

La formazione con la Drammaterapia Integrata  è di tipo pratico-esperienziale ed  intende trasmettere  all'operatore impegnato in una relazione di utilità sociale ( medico, infermiere, riabilitatore, psicologo, psicoterapeuta, insegnante, insegnante di sostegno,, architetto, artiterapeuta, operatore olistico ecc. ) alcune tecniche di percezione,  di immaginazione, di narrazione, di improvvisazione e di drammatizzazione, attraverso l'integrazione tra l'approccio psicocorporeo dell'Analisi Bioenergetica e dei suoi sviluppi più attuali nell'ambito delle neuroscienze e della psicologia dello sviluppo, e  i linguaggi delle Arti Terapie, che saranno utili su diversi livelli: per la consapevolezza e la crescita personale, per il potenziamento delle competenze relazionali e delle risorse creative da poter mettere in gioco con  pazienti ed utenti, per l’acquisizione di metodologie d’intervento differenziate in base alla personalità e al bisogno dell'utente, sia dal punto di vista individuale che nelle dinamiche di gruppo.

L’aspetto ludico e creativo, proprio delle Arti Terapie consentirà all’operatore di riscoprire l’aspetto del gioco e della creatività, come elementi facilitanti del processo di cura.

 Gli obiettivi generali di una formazione con la Drammaterapia Integrata sono:

·  Favorire nell’operatore la percezione della sfera psicocorporea e la consapevolezza di sé

·  Favorire e rafforzare nell’operatore le competenze empatiche e relazionali

·  Favorire nell’operatore l’esplorazione delle proprie potenzialità creative ed espressive

·  Favorire nell’operatore la coscienza e lo sviluppo della comunicazione non verbale

·  Prevenire nell’operatore manifestazione di demotivazione, calo di attenzione e burn out

·  Fornire all’operatore tecniche di improvvisazione, narrazione e drammatizzazione attraverso  l’impiego   dei linguaggi artiterapici

· Fornire all’operatore strumenti metodologici di intervento con diverse tipologie di pazienti/utenti