Psicoterapia Individuale e di coppia

I percorsi di Psicoterapia individuale e di coppia sono volti a sviluppare la consapevolezza psicocorporea e a migliorare la propria vita relazionale, con i seguenti obiettivi:

·         rafforzare la percezione dei propri confini psicocorporei

·         migliorare il rapporto con la propria corporeità e con l’immagine di sè

·         riconoscere e regolare le proprie emozioni

·         elaborare e trasformare in modo creativo un evento traumatico remoto o recente

·         sciogliere problematiche relative alla fiducia e al contatto

·         aumentare la propria assertività

·         accrescere la propria gamma espressiva e comunicativa

-         sviluppare competenze relazionali e comunicative

-         imparare a gestire i conflitti



Psicoterapia di gruppo

Una terapia di gruppo generalmente affianca la psicoterapia individuale. Può infatti rappresentare un valido completamento al lavoro individuale, in quanto permette di sperimentare se stessi all’interno di un gruppo protetto e di farlo contemporaneamente ad altre persone, cosa che favorisce lo scambio, il confronto ed il sostegno reciproco. Queste caratteristiche permettono di accelerare il processo terapeutico e di arricchirlo di ulteriori possibilità.

Un gruppo terapeutico è uno spazio elettivo per esplorare il proprio stare in relazione con sé e con gli altri e per aprirsi maggiormente al processo terapeutico, attraverso il rispecchiamento e la differenziazione.

Ciò è particolarmente vero per l’approccio psicocorporeo, in quanto il lavoro sul corpo fatto in gruppo di solito permette alla persona di acquisire maggiore dimestichezza e naturalezza e di lasciare andare con più facilità le proprie tensioni.

La terapia di gruppo che integra l' approccio psicocorporeo dell'Analisi Bioenergetica con la Drammaterapia permette ai partecipanti di esplorare alcune tematiche proposte ad hoc dal conduttore o dai conduttori, attraverso l'attivazione di tutti i canali sensoriali , del movimento espressivo e creativo, dell'immaginazione, degli aspetti simbolici e proiettivi, della rappresentazione grafico-pittorica e plastica, della scrittura creativa, del racconto e della drammatizzazione.

L'aspetto narrativo di sè e delle esperienze condivise e condivisibili è perciò utilizzato nella forma verbale e non verbale, attraverso la gestualità, l'immagine, la materia, la parola, l'espressività del corpo, la relazione con l'altro, il gioco drammatico.